Furci

Pesce non commestibile, sequestro 180 kg

Settanta controlli in mare, nei punti di sbarco, nei mercati, nella grande distribuzione, in ristoranti e pescherie, 15 sanzioni elevate per un totale di circa 20.000 euro, 180 kg di pescato illegale non commestibile sequestrato. Sono i risultati dell'operazione della Capitaneria di porto di Termoli "Confini illegali". Le violazioni principali hanno riguardato la mancanza di etichettatura o di documenti attestanti la tracciabilità del prodotto, ma anche carenze nell'applicazione del pacchetto igiene e HACCP. "Queste condotte illecite sono finalizzate a ingannare i consumatori - spiega il comandante della Guardia costiera Francesco Massaro - inducendoli a comprare un prodotto non fresco, alterando le date di confezionamento, e configurano un grave illecito, potenzialmente molto pericoloso per il consumo umano". Le attività di polizia marittima continueranno per tutto il periodo dei preparativi per i festeggiamenti di fine anno.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie